Venezia sta a guardar

di GIOACCHINO ROSSINI

Tre canzonette in dialetto veneziano per canto e pianoforte di Gioacchino Rossini. Anno di composizione: 1835.

Rossini: “Datemi il conto della lavandaia e vi metto in musica anche quello.”

Locandina

Venezia, Palazzo Corner Spinelli, 03 Settembre 2017

Pomeriggio e serata splendidi in una Venezia festosa ed entusiasta! La rievocazione storica col susseguirsi di imbarcazioni vestite di gloria antica (specialmente se potute godere dal piano nobile di un Palazzo prestigioso affacciato sul Canal Grande come Palazzo Corner Spinelli) costituisce uno spettacolo favoloso. E la competizione a seguire è sempre avvincente! Chi vincerà? El celeste? El canarin? El verde?… In questo ricco ed elegante pomeriggio vestendo i panni di Anzoleta, ho potuto incoraggiare concitatamente sulle note del grande Rossini, il mio Momolo prima e durante la competizione, fino a riempirlo di baci una volta vincitore… Pubblico entusiasta!

Curiosità:

Mi sento particolarmente legata a questa competizione tutta veneziana. Con orgoglio posso vantare di vedere tutti gli anni sulle pagine dei giornali in questa occasione, la foto di un mio parente: Felice Pedrali detto “pichiorle” che, sul gondolino verde assieme a Fortunato Tagliapietra detto “tacco”, ha partecipato a quella che viene definita la prima “Regata Storica” nel 1899. Ancora prima trovo Anzolo Pedrali (“pichiorle”) che assieme a Daniel Pomolato (“macchia”) ha vinto il terzo premio nella prima Regata Storica “moderna” nel 1841 sempre sul “verde”.

Backstage

Cast

Concerto

Ringraziamenti

Palazzo Corner Spinelli

Scrivi un Commento

venti − due =

Veronica Filippi © 2008-2018 All Rights Reserved
Privacy Policy | Cookie Policy | My Data
Recensioni | Newsletter | Site Map | Credits